MALATTIE INTESTINALI 

Non sono un incidente casuale

Rispetta il tuo intestino e l'intestino rispetterà te! Eppure pochissimi tengono a mente questa semplice regola. Un intestino che funziona bene non è frutto della buona sorte, è qualcosa che si guadagna “sul campo”, avendo scrupolo di capire PRIMA come funziona, e POI di scegliere cosa introdurvi.

malattie intestinali

Troppo spesso abbiamo pensato di poter ingurgitare di tutto, affidandoci completamente alle abilità del nostro organismo. Molte persone stanno verificando a proprie spese che questo non è vero. Certamente potrà anche accadere, occasionalmente, di consumare cibi non adatti alla nostra salute, ma se ci abbandoniamo al medesimo errore regolarmente, l’intestino FARA’ SENTIRE LA SUA VOCE.

Sempre attivo nell'individuare gli alimenti poco adatti a noi, riusciamo a metterlo continuamente alla prova, al punto tale di confondere le anomalie con la consuetudine.

Uno stato di infiammazione cronica è il tipico esito di questo comportamento. Il corpo sta tentando così di porre rimedio a danni ripetuti, ma non ha più modo di interpretare correttamente il bersaglio. Ormai il sistema immunitario, che per il 70 % RISIEDE PROPRIO NELL’INTESTINO, riceve segnali falsati che lo inducono a ritenere l’organismo stesso, alcuni tessuti e cellule in particolare, come nemici da abbattere.

Non è situazione di poco conto perché praticamente è un treno in corsa senza sistema frenante. Il sistema vede aree malate che necessitano di intervento ed invia allo scopo particolari cellule dette Interleuchine capaci di sollecitare proprio una risposta infiammatoria. Il fatto è che le condizioni perché si muovano le interleuchine dovrebbero essere temporanee, occasionali, ed invece si stabilizzano, PORTANDO ALL'EFFETTO DI CRONICIZZARE LO STATO INFIAMMATORIO.

Il cattivo assorbimento di nutrienti importanti, la difficoltà ad evacuare regolarmente, la produzione di gas intestinali, ecc., se diventano fenomeni ricorrenti NON POSSONO ESSERE SOTTOVALUTATI, e men che meno essere intesi come normalità. Ascoltare i segnali del corpo, questo dobbiamo fare. Il nostro organismo è complesso, ma anche incredibilmente semplice: se qualcosa non va ce lo segnala immediatamente, molto prima che possa diventare una malattia vera e propria.

Dobbiamo solo prestare ascolto ai messaggi. E l'infiammazione cronica dell'intestino è segno evidente che non abbiamo mai dato valore a quesi segnali. Ed è anche una delle più importanti cause di malattie gravi. La maggior parte delle persone ritiene che l'intestino intervenga solo nella digestione del cibo, ma la sua funzionalità è decisamente più complessa.

Attraverso l'intestino i nutrienti fondamentali vengono tratti dal cibo e metabolizzati, per essere poi consegnati, in varie forme, alle migliaia di cellule del corpo. Quanti più sono i nutrienti essenziali che raggiungono le cellule dell'organismo, tanto più la nostra salute ne guadagna. L’effetto barriera che l’intestino è in grado di realizzare contro le sostanze nocive, impedisce a queste di raggiungere organi importanti, come cuore, polmoni, cervello, anche se non abbiamo avuto le necessarie cautele a monte.

Tuttavia, se è presente una infiammazione cronica, la rete di protezione allarga le sue maglie, e arriviamo a trovare sostanze nocive/tossiche direttamente nella circolazione sanguigna. E’ il caso del cosiddetto “intestino gocciolante”. Questo provoca un vero caos nel corpo. Il fegato, il cui compito è di trattenere le sostanze ritenute dannose per l'organismo, si trova a fare un super lavoro, e naturalmente entra in crisi, saturando oltremisura le sue capacità di filtraggio.

Poi tocca ai reni, anch’essi incaricati di purificare il sangue, e che si trovano a gestire una situazione ancor più complessa. Così accade il paradosso: molecole proteiche appena più grandi del consueto (ad esempio cibi non raffinati e poco elaborati, quindi ottimi nutrienti) vengono erroneamente visti come invasori e quindi rifiutati.

Queste sostanze, viste come "estranee", non sono dannose, ma una mucosa intestinale indebolita non è in grado di riconoscerle. E' la permeabilità intestinale che viene compromessa, e tale fenomeno è ritenuto una delle principali cause di malattie autoimmuni. Altri effetti collaterali, legati alla infiammazione cronica, e certamente molto diffusi, sono l'aumento di peso, la depressione, i disturbi della pelle, e molto altro.

Cosa possiamo, DOBBIAMO, fare per evitare che il nostro intestino vada incontro ad una infiammazione cronica?

Anzitutto rivedere le nostre abitudini alimentari, il nostro stile di vita, andando a rimuovere alcuni alimenti che sappiamo essere all'origine dei problemi. Poi cerchiamo di affinare l'ascolto di noi stessi, impariamo a cogliere i segnali che il corpo continuamente ci invia. Gli alimenti ricchi di zuccheri, come pasta, pane, derivati dei cereali, devono essere ridimensionati fortemente o eliminati.

Il glutine che vi è contenuto è una delle più grandi cause di infiammazione intestinale. Potrebbe essere utile sperimentare l'effetto della assenza di glutine dalla nostra dieta abituale per un periodo di almeno 3-4 settimane, dopo il quale saremo certamente in grado di valutare appieno gli effetti benefici sulla nostra salute.

Molti alimenti naturali, come frutta e verdure, contengono zuccheri che non “accecano” il sistema immunitario, e non dovremmo preoccuparci di stare troppo bassi con i livelli di questo nutriente.

Alcol e caffeina possono essere eliminati senza troppe complicazioni, basta volerlo fare. Che altro aggiungere?

Due cose:

- Attività fisica, secondo un piano che tenga in considerazione pratica motoria e sensibilità emotiva, teso a ricomporre un equilibrio psico-fisico, come accade nel corso RESET SCHOOL, che trovi qui http://www.studiopersonaltrainer.it/corso_reset_school.htm;

- Introdurre nella alimentazione quotidiana un concentrato fenomenale di principi come il Ganoderma Lucidum.

Questo alimento, un fungo plurimillenario di origine asiatica, porta dentro sé una risposta naturale alle deficienze create nell’organismo a seguito di errori alimentari ripetuti. La sua è un’azione delicata quanto inarrestabile, gli oltre 400 principi in esso contenuti hanno un’abilità unica, e confermata da oltre 30 anni di studi e ricerche condotti in tutti i paesi del mondo, nel provvedere inizialmente a purificare l’organismo nel suo profondo, e successivamente a riportare i valori metabolici nelle fasce di normalità. Una sorta di magia che richiede solo tempo. I dosaggi sono davvero bassi (1 grammo o poco più al giorno) per un effetto che inizia sin da subito e che prosegue incessante giorno dopo giorno.

 

Nota Importante. Per coloro che decidono di sperimentare la terapia naturale a base di fungo ganoderma, è necessario sapere che il fungo deve essere coltivato secondo una precisa metodologia e in specifiche aree geografiche, e che i procedimenti con i quali vengono ricavate le polveri dal fungo sono DETERMINANTI nel mantenere (o perdere) i principi attivi di cui sopra. Quindi i procedimenti estrattivi che impiegano solventi chimici utili a massimizzare la resa del prodotto di partenza, ANNIENTANO la biodisponibilità delle sostanze contenute, e diventano altresì un PERICOLO PER LA SALUTE, in quanto i residui di lavorazione rimangono “intrappolati” nella struttura chimico fisica del fungo. Questo accade anche quando si certifica che il fungo viene coltivato secondo Metodo Biologico. Deve infatti essere chiaro che, se un fungo di buona qualità, come si ritiene sia quello sottoposto a trattamento biologico, viene poi lavorato aggressivamente nella fase di estrazione, PERDE COMUNQUE OGNI PREROGATIVA E CAPACITA’ TERAPEUTICA. Ho valutato quindi con attenzione le varie proposte, e le relative specifiche di produzione di varie aziende presenti sul mercato del ganoderma, ed ho verificato che l’unica a fare della TOTALE GENUINITA’ del prodotto finale, un preciso obiettivo aziendale, è la DXN. Non a caso il nome DXN esprime nella lingua madre (il cinese) , i concetti di AFFIDABILITA’, ONESTA’, VIRTU’. Se intendi dunque apprezzare fino in fondo gli effetti che può generare su di te, sui tuoi disturbi, sulla tua salute complessiva, un prodotto naturale, di storia millenaria, e realizzato secondo precisi standard di eccellenza, come il Ganoderma Lucidum, contattami qui, oppure al 327 7343859. Potrai avere le informazioni di cui hai bisogno per conoscerlo fino in fondo, e capire perché funziona. Puoi anche acquistare direttamente il prodotto e vedere tutta la linea DXN sul sito http://myganodermalife.dxnitaly.com/

LIBERO DAL MALESSERE, LIBERA LA MIA VITA

Se hai apprezzato questo contenuto potrai leggere molte altre informazioni e suggerimenti di mia redazione, per il tuo benessere e l’attività fisica, qui

Puoi anche contattarmi su Facebook attraverso messenger, oppure chiamarmi al 327 7343859.