GANODERMA LUCIDUM: SE DA MIGLIAIA DI ANNI VIENE DEFINITO “FUNGO DELL’IMMORTALITA’” UN MOTIVO CI SARA’

Forse più di uno

Secondo la medicina cinese la salute si riguadagna con il riequilibrio del Qi (l’energia vitale), del sangue, e degli altri fluidi corporei, sia a livello fisico che a livello mentale. La solennità di questa affermazione, così limpida e naturale per la cultura orientale, ma semplicistica e inconcludente agli occhi di noi occidentali, ha comunque in sè una forza che è difficile eludere.

ganoderma fungo immortalità

Probabilmente potrà anche sembrarci appartenere al mondo della magia, ma per chi ne vive da generazioni, immerso culturalmente e fisicamente in tradizioni millenarie incontrastate, la certezza della stretta dipendenza tra spirito e corpo è cosa fuori questione.

Credo che anche noi, si debba/possa attingere a questo forte credo di un’altra parte del mondo, per riuscire a CONDIVIDERE APPIENO L’ENERGIA PURIFICATRICE E SANIFICANTE DI QUESTO PRODOTTO NATURALE. Se accettiamo l’idea che una certa sostanza naturale abbia elevata attività biologica e possa ridarci quel benessere che con tanta difficoltà tentiamo di riconquistare, perché non farlo allora in piena convinzione, abbandonandoci completamente al suo flusso rigenerante?

Cosa temiamo di perdere? Cosa ci spaventa? Pensiamo forse che, se allentiamo un po’ le nostre difese, perderemmo il controllo su tutto e su tutti, e che rischieremmo di restarne feriti?

Ma il punto è proprio questo: SIAMO GIA’ FERITI, da molto tempo ormai, e cerchiamo con affanno una medicina risolutiva, CHE NON RIUSCIAMO A TROVARE. Dunque non potrà andare peggio, e l’atteggiamento che abbiamo fino ad ora assunto mostra tutti i suoi limiti.

Che abbiamo ancora da perdere? Solo ulteriore tempo, e le poche forze rimaste.

E’ adesso quel momento, è arrivato, e se abbiamo capito l’inadeguatezza delle nostre scelte passate, se finalmente gli occhi si sono aperti, allora abbracciamo una nuova via in modo compiuto, senza tutti quei vincoli assurdi che ci siamo autoimposti da lungo periodo.

FEDE. Questa ci serve. Quasi tutti ci professiamo credenti, celebriamo le feste riconosciute, e se ci chiedono se abbiamo fede non indugiano, diciamo di si. Ma allora, perché non esercitarla questa fede, concedendo un po’ di noi stessi a quel qualcosa che non conosciamo bene, intellettualmente, ma che iniziamo a conoscere per una via più sottile, meno “trafficata” del cervello, e che qualcuno chiama “intuizione”?

L’abbandono con serenità, e trasparenza, ad una aspettativa lecita di salute, quali guasti potrà mai provocare? ASSOLUTAMENTE NESSUNO.

Domandiamoci invece cosa rischieremmo di perdere, se quella medesima FEDE, non fossimo disposti ad usarla, proprio nel nostro interesse!

Diventa imperativo: facciamolo e basta!

Una premessa forse lunga, dispendiosa, ma necessaria.

Il fungo Ganoderma concede totalmente le sue ammalianti capacità terapeutiche quando il ricevente ha un animo ben disposto, UNA APERTURA MENTALE, FISICA, ED EMOTIVA, REALE, VERSO UNA PROSPETTIVA DI SALUTE E BENESSERE.

In biologia il Ganoderma, in quanto fungo, NON E’ UNA PIANTA, e costituisce un regno a sé. Studi che lo analizzano scientificamente, nella composizione e negli effetti, sono avviati da oltre 30 anni, in vari istituti nel mondo. Viene coltivato in diverse aree geografiche, ma quelle più note e ricche sono la Cina, il Giappone, e la Malesia. Quest’ultima in particolare è ritenuta la regione con le migliori condizioni ambientali, e le migliori conoscenze tecniche utili ad ottenere un fungo di qualità superlativa.

Grazie a processi di estrazione di tipo meccanico, a freddo, che NON ALTERANO i principi attivi del ganoderma, il prodotto finale mostra di essere il più dotato sotto il profilo terapeutico. Per comprendere fino in fondo come il fungo permette di ottenere risultati così sorprendenti si deve sapere che i processi che è in grado di attuare sono sostanzialmente due:

1) disintossicazione dell’organismo

2) riparazione del corpo, e rigenerazione

Questa azione combinata, nella quale risultano ELEMENTI CHIAVE GLI EQUILIBRI INTERNI TRA LE VARIE SOSTANZE CONTENUTE (CIRCA 400), ha dimostrato i seguenti effetti:

- Protegge ossa e muscoli rafforzando lo scheletro, le cartilagini articolari, e il tessuto connettivo. Questo a sua volta sostiene la pelle e gli organi. Protegge le articolazioni soggette a usura e infiammazioni, ed ha evidente azione decontratturante, antidolorifica, e spasmolitica.

- E’ un efficace vasodilatatore, con azione sui vasi sanguigni coronarici, cerebrali, della retina, del rene, del muscolo, della pelle, e periferici di tutto il corpo. E’ anche antiaggregante piastrinico, ottimo ansiolitico e antistress, con effetto rilassante sul muscolo, oltre che UN POTENTE ANTIINFIAMMATORIO. Aumenta la forza contrattile del cuore e normalizza il ritmo.

- Riesce a contrastare le disfunzioni della tiroide, a prevenirla, e a correggere le derive della ghiandola come Ipotiroidismo, e Ipertiroidismo.

- Impedisce alle cellule tumorali di proliferare.

- Contrasta la formazione di eccessiva istamina nel corpo, e previene OGNI FORMA DI ALLERGIA.

- Mantiene la pelle di aspetto tonico e morbida, elimina le macchie cutanee (Chien CC, 2008);

- Regola il livello di zuccheri nel sangue, e BLOCCA LA FORMAZIONE di colesterolo endogeno LDL (azione simile alle statine, ma senza effetti collaterali).

- Agisce nella peristalsi, e favorisce un regolare svuotamento gastrico.

- Nell’intestino la sua azione è importante anche contro la stitichezza, nelle intolleranze alimentari e nelle emorroidi. Utile nel morbo di Crohn, in cui permette di ridurre la patologia.

- Attivo nelle dermatiti infiammatorie, allergiche, da contatto, negli eczemi e nell’orticaria.

- Contrasta il danno epatico provocato dal benzopirene della sigaretta (Lakshmi B, 2006). In modo analogo contrasta altri danni al fegato dovuti a sostanze tossiche chimiche (come metalli pesanti, chimica industriale, farmaci), e la formazione di radicali liberi.

- Permette ai linfociti (classe di cellule del sistema immunitario) di operare anche in ambiente ipossico, cioè senza ossigeno (tipico delle neoplasie), grazie alla sua capacità di rendere facilmente disponibile l’ossigeno.

- Usato come antiartritico, nel trattamento efficace della psoriasi, della vitiligine, delle micosi.

- E’ un antivirale, efficace nelle malattie da virus (herpes, papilloma, ma anche virus HIV, e dell’epatite C) (El-Mekkawy S 1998). E’ efficace anche contro batteri e Candida.

- Nelle malattie renali svolge azione antinfiammatoria simil-cortisonica, e porta all’aumento del flusso di sangue che raggiunge il rene, altrimenti ridotto proprio dalle malattie renali.

- Riduce l'asma che soffoca i bronchi e ostruisce le vie respiratorie, attraverso la riduzione del muco e alla normalizzazione contrattile di bronchi e bronchioli.

- Inibisce l’enzima 5 alfa reduttasi, che converte il testosterone in diidrosterone, responsabile della IPERPLASIA PROSTATICA.

- Inibisce il virus dell'epatite b, si usa nel trattamento della STEATOSI EPATICA, con riduzione progressiva del fenomeno.

- Molto ATTIVO nel placare la gastrite, anche quando la gastrite è grave e cronica (Gao YH, 2002a; Gao YH, 2004b). Ugualmente efficace nell’eliminazione dell’Helicobacter pilori.

- Aumenta la circolazione cerebrale, rallenta la degenerazione delle cellule nervose e favorisce la riparazione delle parti danneggiate. Questi effetti sono utili nella Sclerosi multipla, perché aiuta la riparazione dei nervi danneggiati (Zhang W, 2006). Inoltre è molto efficace nel ridurre il tremore. Nel morbo di Parkinson, il Reishi protegge dalla degenerazione i neuroni dopaminergici del centro cerebrale (sostanza nera) che comandano il movimento.

- Stimola le ovaie a produrre gli ormoni femminili carenti e le cellule dell’apparato femminile a migliorare la sensibilità all’azione ormonale. Migliora le irregolarità mestruali, aiuta la fertilità e la gravidanza (Shimizu K, 2009). Riduce i sintomi dell’endometriosi, tiene lontani i fibromi e ne contrasta i sintomi, elimina con facilità i disturbi della pre-menopausa e della menopausa.

- Ecc, ecc.

Nota Importante. Per coloro che decidono di sperimentare la terapia naturale a base di fungo ganoderma, è necessario sapere che il fungo deve essere coltivato secondo una precisa metodologia e in specifiche aree geografiche, e che i procedimenti con i quali vengono ricavate le polveri dal fungo sono DETERMINANTI nel mantenere (o perdere) i principi attivi di cui sopra. Quindi i procedimenti estrattivi che impiegano solventi chimici utili a massimizzare la resa del prodotto di partenza, ANNIENTANO la biodisponibilità delle sostanze contenute, e diventano altresì un PERICOLO PER LA SALUTE, in quanto i residui di lavorazione rimangono “intrappolati” nella struttura chimico fisica del fungo. Questo accade anche quando si certifica che il fungo viene coltivato secondo Metodo Biologico. Deve infatti essere chiaro che, se un fungo di buona qualità, come si ritiene sia quello sottoposto a trattamento biologico, viene poi lavorato aggressivamente nella fase di estrazione, PERDE COMUNQUE OGNI PREROGATIVA E CAPACITA’ TERAPEUTICA.

Ho valutato quindi con attenzione le varie proposte, e le relative specifiche di produzione di varie aziende presenti sul mercato del ganoderma, ed ho verificato che l’unica a fare della TOTALE GENUINITA’ del prodotto finale, un preciso obiettivo aziendale, è la DXN. Non a caso il nome DXN esprime nella lingua madre (il cinese) , i concetti di AFFIDABILITA’, ONESTA’, VIRTU’. Se intendi dunque apprezzare fino in fondo gli effetti che può generare su di te, sui tuoi disturbi, sulla tua salute complessiva, un prodotto naturale, di storia millenaria, e realizzato secondo precisi standard di eccellenza, come il Ganoderma Lucidum, contattami qui, oppure al 327 7343859. Potrai avere le informazioni di cui hai bisogno per conoscerlo fino in fondo, e capire perché funziona. Puoi anche acquistare direttamente il prodotto e vedere tutta la linea DXN sul sito http://myganodermalife.dxnitaly.com/ LIBERO DAL MALESSERE, LIBERA LA MIA VITA

 

Se hai apprezzato questo contenuto potrai leggere molte altre informazioni e suggerimenti di mia redazione, per il tuo benessere e l’attività fisica, qui http://www.studiopersonaltrainer.it/elenco_articoli_pubblicati_facebook.htm

Puoi anche contattarmi su Facebook attraverso messenger, oppure chiamarmi al 327 7343859.