AFFATICAMENTO SURRENALI

Malessere sottodiagnosticato

Spesso avverti un affaticamento difficile da smaltire, e pensi alle mille cose che stai facendo, agli stress accumulati, agli obiettivi che si allontanano… …e non hai mai pensato che all’origine potesse esserci una DISFUNZIONE DELLE SURRENALI. Sono ghiandole piuttosto piccole (dimensioni di una noce), situate in corrispondenza dei reni come suggerisce il nome, e che tuttavia possono esercitare un alto impatto su tutto l’organismo. Ogni volta che viviamo condizioni di qualche conflittualità, interne ed esterne al nostro corpo, le surrenali si impegnano per farci superare quei momenti, con tenacia, forza, resistenza.

ghiandole surrenali

E’ anche vero che queste condizioni si ripresentano molte e molte volte nelle nostre giornate, ed è evidente che un momento di recupero è necessario anche per queste ghiandole. Il rischio è di comprometterle seriamente, di bruciarle letteralmente per eccesso di attività.

La loro natura prevederebbe invece un’attivazione occasionale, di impeto, ma di breve durata. Sono in grado di generare fino a 50 tipi di ormoni diversi, i quali, viaggiando attraverso il corpo, portano istruzioni ad altre ghiandole, tessuti, cellule, perché si attivino in alcune speciali funzioni. Tutte funzioni coordinate, in quanto tese ad ottenere nell’organismo una risposta adattiva agli stress di quel preciso momento.

 Ad esempio la digestione viene rallentata, la pressione sanguigna tende a salire, le fibre muscolari si attivano per scattare. Tra i diversi ormoni che vengono secreti dalle surrenali troviamo dei glucocorticoidi, come il cortisolo, il quale interferisce con il sistema immunitario aumentando la risposta infiammatoria, e al contempo fa salire la glicemia (gli zuccheri si dirigeranno così alle cellule muscolari).

Altri ormoni come l’aldosterone intervengono invece sul bilanciamento di liquidi, e sali minerali, per favorire la contrazione muscolare e la idratazione.

L'azione di influenza si estende anche agli ormoni sessuali, come testosterone ed estrogeni. Purtroppo tutto si gioca su delicati equilibri che spesso vengono rotti. Le surrenali entrano in funzione per gestire vari tipi di stress, ma stress eccessivi le mettono in crisi!

La STANCHEZZA SURRENALICA è una disfunzione molto diffusa ma largamente sottodiagnosticata, si stima che oltre l'80% degli adulti ne cadrà vittima nell’arco della propria vita.

Molte persone vivono già ora questa situazione, e non capiscono perché stiano vivendo tanti problemi di salute.

Quali sono i sintomi di stanchezza surrenale?

- Depressione

- Squilibri ormonali

- Voglia di cibo junk food (molto ricco di zuccheri, grassi, sale)

- Debolezza e stanchezza, al mattino e al pomeriggio

- Predisposizione a malattie (il sistema immunitario è depresso)

- Autoimmunità

- Sonno frastagliato e incompleto

- Problemi di memoria

- Afte, fessurazioni, tagli sulla pelle

- Predisposizione alle fratture, e riduzione massa muscolare

A causa dei cali evidenti nella energia, e nella forza, molte persone ricorrono al consumo frequente di caffè, o altre sostanze nervine, non sapendo che la caffeina esercita una spiccata azione di stimolo proprio sulle surrenali, ed aggiunge così ulteriore stress su queste ghiandole.

 Come affrontare l'affaticamento surrenale?

Dipende dalla situazione di partenza, ma gran parte dei soggetti può necessitare di diverse settimane per riassestare i giusti ritmi nelle surrenali.

E’ possibile attivarsi per accelerare i tempi di recupero e vedere un cambiamento sostanziale nelle proprie condizioni attraverso alcune pratiche:

- Coricarsi entro le 23.00, evitando la visione, o la lettura, di film, documentari, libri con temi particolarmente angoscianti (evitare i telegiornali);

- Imparare ad ascoltare il corpo, per concedersi anche solo alcuni minuti di riposo quando se ne avverte l’esigenza, rispettando se stessi;

- Dedicare del tempo ad attività fisica all’aperto, e alla meditazione. Questo è davvero un aspetto determinante del recupero, in grado di accelerare enormemente la riabilitazione delle ghiandole;

- Ridurre/azzerare gli zuccheri di tipo raffinato. E' troppo alta la loro capacità di variare rapidamente la glicemia e altri parametri collegati alla stabilizzazione ormonale;

- Consumare più alte quantità di frutta e verdura (cruda), fresche e di stagione;

- Evitare il consumo di caffè (consentito invece il caffè al ganoderma DXN, il Lingzhi Black Coffee, che trovi qui http://www.accessoripalestra.it/dxn_lingzhi_black_coffee.htm )

- Utilizzare quotidianamente un integratore a base di Ganoderma Lucidum.

La sua sorprendente composizione in oltre 400 principi attivi, annovera anche i triperpeni. Queste molecole esercitano una potente azione di riequilibrio proprio a livello ormonale, e sono in grado di ridurre al contempo gli eccessi , come favorire il ripristino di livelli ormonali troppo bassi. Gli alcaloidi ugualmente presenti nel ganoderma aggiungono un efficace effetto rilassante, e permettono di dissolvere stati di ansia e agitazione. Grazie ai polisaccaridi, inoltre, viene regolamentata naturalmente la glicemia, la quale a cascata porterebbe sempre ad uno sbilanciamento ormonale.

Nota Importante.

Per coloro che decidono di sperimentare la terapia naturale a base di fungo ganoderma, è necessario sapere che il fungo deve essere coltivato secondo una precisa metodologia e in specifiche aree geografiche, e che i procedimenti con i quali vengono ricavate le polveri dal fungo sono DETERMINANTI nel mantenere (o perdere) i principi attivi di cui sopra. Quindi i procedimenti estrattivi che impiegano solventi chimici utili a massimizzare la resa del prodotto di partenza, ANNIENTANO la biodisponibilità delle sostanze contenute, e diventano altresì un PERICOLO PER LA SALUTE, in quanto i residui di lavorazione rimangono “intrappolati” nella struttura chimico fisica del fungo. Questo accade anche quando si certifica che il fungo viene coltivato secondo Metodo Biologico. Deve infatti essere chiaro che, se un fungo di buona qualità, come si ritiene sia quello sottoposto a trattamento biologico, viene poi lavorato aggressivamente nella fase di estrazione, PERDE COMUNQUE OGNI PREROGATIVA E CAPACITA’ TERAPEUTICA. Ho valutato quindi con attenzione le varie proposte, e le relative specifiche di produzione di varie aziende presenti sul mercato del ganoderma, ed ho verificato che l’unica a fare della TOTALE GENUINITA’ del prodotto finale, un preciso obiettivo aziendale, è la DXN. Non a caso il nome DXN esprime nella lingua madre (il cinese) , i concetti di AFFIDABILITA’, ONESTA’, VIRTU’. Se intendi dunque apprezzare fino in fondo gli effetti che può generare su di te, sui tuoi disturbi, sulla tua salute complessiva, un prodotto naturale, di storia millenaria, e realizzato secondo precisi standard di eccellenza, come il Ganoderma Lucidum, contattami qui, oppure al 327 7343859. Potrai avere le informazioni di cui hai bisogno per conoscerlo fino in fondo, e capire perché funziona. Puoi anche acquistare direttamente il prodotto e vedere tutta la linea DXN sul sito http://www.accessoripalestra.it/dxn_prodotti.htm LIBERO DAL MALESSERE, LIBERA LA MIA VITA

Se hai apprezzato questo contenuto potrai leggere molte altre informazioni e suggerimenti di mia redazione, per il tuo benessere e l’attività fisica, qui

Puoi anche contattarmi su Facebook attraverso messenger, oppure chiamarmi al 327 7343859.